Dopo che ho compiuto 30 anni, il tempo mi è diventato importante.  Questa foto è stata fatta da Ale a Gennaio di quest’anno, mentre era fuori con noi per lavoro.  Quando la guardo, mi sembra sbiadita come i ricordi che avrò del giorno in cui è stata fatta.  Non ho più tempo da lasciar correre via senza arricchirmi di esperienza, relazioni, lavori compiuti e fatti bene.  Un’amica tempo fa mi disse che dopo i 30 non aveva più tempo per relazioni che non potevano portare ad una stabilità emotiva e l’ho capita quando anch’io sono arrivata ai 30.  Ora se durante il giorno sto facendo qualcosa, voglio che sia qualcosa destinato a dare frutti succosi, altrimenti meglio lasciar perdere.  E me la prendo moltissimo com me stessa se poi vedo che ho fatto un lavoro a metà, che non ci ho messo impegno. C’è stato un momento l’anno scorso sul lavoro in cui, stanca, volevo solo arrivare in qualche modo alla fine dell’anno, ma quest’anno no, voglio fare il mio meglio ed affronterò con grinta tutti gli ostacoli sul cammino, ma lascerò perdere le strade senza uscita, come la burocrazia che mi fa venire l’allergia ogni volta che la incontro nel lavoro di tutti i giorni, perchè la rifiuto quando si può evitare.  E pensare che nelle nostre stesse relazioni di lavoro, tante volte siamo così burocratici….. ma se mi chiedete come fare una cosa, è molto probabile che già vi risponda la soluzione, appunto per non perdere tempo nel fare, pensare, ponderare idee inutili !!  forse la burocrazia, una grande macchina mangia tempo con cui mi raffronto tutti i giorni sul lavoro, è dovuta alla voglia di scaricare le responsabilità su qualcun altro, per cui la catena per arrivare a chi prende una decisione, si fa lunghissima.  Sui Generis cantavano negli anni ’70 “Nadie se animò a decir una verdad, siempre el miedo fue tonto” (Aprendizaje), cioè nessuno ebbe il coraggio di dire una verità, sempre è stato stupido aver paura.

A volte mi chiedo il valore del mio tempo, e sono certa che non può essere l’immagine di Victor o Ale sorridenti e felici.  Perchè il mio tempo non può essere solo per loro.  Penso ai miei genitori lontani cui non dedico tempo.  E così tanti amici che hanno bisogno di me ed io non ci sono là vicino a loro.  Devo fare qualcosa che abbia effetti più larghi, un pò come gli alberi, che producono l’ossigeno che noi tutti respiriamo.  Si parla di servizi ecosistemici, un parolone difficile, per dire che la natura produce servizi che noi usiamo per vivere, ma quali servizi umani io produco per gli altri esseri umani ? così penso sia utile impegnarmi sul lavoro perchè già solo lì ho i mezzi per produrre moltissimi servizi umani, ed anche in questo spazio spero di fare un servizio per voi che leggete, per farvi sognare, condividere quello che mi fa contenta perchè magari può far contenti anche voi e conoscere bella gente.

Una serata serena in questo inizio di primavera per voi e per me di autunno.

Annunci

12 thoughts on “

  1. Prima di tutto auguri :)
    Condivido tutto l intero post, tutto tutto!!!!
    Sara’ che a breve di anni ne compio 34….
    Fatto e’ che ho tutti lontano,amici e parenti, genitori e suoceri.
    Devo anche costruire una casa!
    Capisci che in un piccolo modo in questo post ci sto’ dentro ?!?!!!
    Un abbraccio :)

  2. E’ molto vera questa cosa che ci accade entrate nei 30. Me ne sto rendendo conto da un po’. Avere tutti lontano… A volte penso che mi dimenticheranno, non mi vedono mai, non ci sono mai quando ne hanno bisogno, e invece, sono tutti li quando torno, tutti quelli che contano e mi vogliono bene. Allora mi rendo conto di aver seminato bene negli anni passati insieme.

  3. Io ci penso già ora a 26 anni…dove finirò…se riuscirò a costruire qualcosa di stabile.
    Quando avrò 30 anni questa sensazione crescerà di sicuro…ma spero di riuscire a costruire qualcosa di minimamente stabile :)

    1. sai, io credo che già avere ben chiaro quello che si cerca, sia un bel passo. E poi per fede credo pure che un desiderio che si manifesta forte nella vita di uno, non possa non avere una risposta. Poi molte volte lo si raggiunge e lo si può di nuovo perdere, per cui per me l’importante è avere fiducia sopratutto in noi stessi e nelle nostre infinite risorse, per rimetterai in piedi ogni volta che la vita fa uno sgambetto.

  4. e io che ne ho appena fatti 39 allora? quello che dici è verissimo, ma l’inesorabilità del tempo che passa l’ho spesso vissuta con il risvolto negativo, ovvero con l’ansia di non sprecarlo, di voler fare tutto, forse troppo, spesso in fretta, finendo forse per “viverlo” ancora meno. Anche questo è consumismo.
    ma proprio approssimandomi ai 40 mi sto rendendo conto di grandi banalità, che mi sto sforzando di applicare realmente alla mia vita di tutti i giorni: il buono è nemico dell’ottimo, meglio poco ma buono, vale più la qualità della quantità.
    Come ho detto, banalità, ma nella nostra vita di oggi, affatto scontate.
    Un abbraccio grande a te, che sai dare il giusto peso e valore alle cose.
    ele

  5. Grazie a me piace sempre leggere quello che scrivi che mi è di grande ispirazione perchè condivido i tuoi pensieri ma non ho il tuo stesso coraggio ma leggerti mi fa anche sognare e sperare in un mondo migliore

  6. in bocca al lupo per il tuo nuovo bellissimo blog, ti seguirò anche qui come so faranno molti tuoi aficionados!
    capisco in pieno il tuo bisogno di creare valore in ogni cosa che fai, ci provo anch’io ogni giorno soprattutto da quando è nata mia figlia, penso che lo dobbiamo alle nuove generazioni ma soprattutto a noi stesse che siamo donne che credono nella costruzione di un nuovo mondo più giusto-equo e sostenibile!
    Noi siamo andati via da Barcellona due anni fa ed ora dopo varie peripezie siamo tornati a casa e ci stiamo dedicando ad un’attività bed&breakfast, conosciamo i viaggiatori e mettiamo a loro disposizione prodotti naturali, ecologici e sani. per noi è un modo di vivere e lavorare lento e sostenibile, abbiamo più tempo per nostra figlia e per kosen rufu!
    Ti auguro di dare e ricevere tanta felicità in ogni luogo in cui vivrai.
    Un abbraccio -post-mom
    (Abbiamo anche un blog del b&b se ti va di passare a trovarci: http://ilvecchioeilmare-bnb.blogspot.it/)

le tue riflessioni sono gradite

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...